lunedì 30 settembre 2013

Miami & Bahamas

Miami, una città piuttosto estesa anche se la maggior parte dello svolgimento della vita è Miami Beach.
Miami Beach è proprio come l'abbiamo sempre vista in TV: immense spiagge bianche con, ogni tanto, le casette dei BayWatch e, lungo il litorale, si possono vedere personaggi di tutti i tipi: le persone che fanno footing direttamente in costume ma soprattutto sono rimasta colpita dalle mamme con i pattini che trasportano i loro figli sul passeggino...uno spasso !
Per quanto riguarda il mare certo è che, trattandosi di Atlantico, è un mare subito alto e con acque fredde. Quindi occhio !






Miami beach è un quartiere di Art Decò quindi molto colorato con strani edifici qua e la.
Piena di locali, ristoranti e poi la splendida Lincoln Road, via pedonale per lo shopping.
Ovviamente South Beach è la zona più cara per dormire, ma basta spostarsi un pò a nord di south beach e si può dormire in modo più economico e facilmente raggiungibile dal centro in 10 minuti di autobus.
Città multietnica con alta concentrazione di comunità latino-americane..quindi vi capiscono se parlate anche spagnolo :-)

Una zona che ricordo con piacere è "Cocunat Grove", un quartiere residenziale vicino South Beach. Ci si arriva tranquillamente con un autobus che gira per tutta la zona residenziale mostrando tutte le sue particolarità. Sembra di essere in un'altra Miami. Lontani dal caos, dal traffico. In effetti è un quartiere residenziale ma sembra una città NON americana. Decisamente da visitare e...farci shopping :-)



Da South Beach si passa a Miami Downtown , anche qui facilmente raggiungibile con autobus.
Qui avete scenari diversi: classica città americana, con grattacieli, centro finanziario, banchetti di
hot- dog per strada che tanto cercavo a South Beach ma impossibile trovarli.
Da visitare di giorno, ma con molta cautela perchè solitamente è sconsigliata, è il quartiere cubano: quartiere dove vivono e lavorano solo cubani. Si respira molto aria de Cuba anche per i profumi che si sentono nell'aria, tipicamente caraibici. Questo è un quartiere che, forse per la sua diversità, mi ha dato grandi sensazioni nonostante visitato in un giorno di pioggia e si sa che la pioggia non rende piacevole una città, ma qui ci è riuscita.

Da Miami si arriva facilmente alle isole keys...un atollo di piccole isole legate l'una all'altra da una serie di ponti...Andateci in pullman perchè riuscirete a godervi a pieno il panorama. Riuscite a concentrarvi proprio sulla loro uniformità e a cogliere tutti i dettagli di alcuni angoli nascosti.
Key West, ultima delle isole Keys, è stata una meta molto ambita in passato da vari personaggi famosi tra cui Hemingway, del quale potete visitare anche la casa.
Key West ha un'architettura molto pittoresca con le sue casette in legno e allontanandosi un pò dal centro, diventato ormai piuttosto turistico, si possono invece ammirare case in puro stile coloniale: sembra di essere stati catapultati in epoca diversa.
Dalla punta di Key West è possibile, in giornate molto limpide, vedere le coste di Cuba.
















Volendo fare un bel bagno in acque certamente più calde, consiglio un salto alle Bahamas. Un volo interno Miami- Nassau impiega quanto un Roma-Milano se non di meno, ma con costi totalmente diversi: meno di 100 euro a/r.
Si dice che le Bahamas sono molto care....ma anche in questo caso basta scegliere strutture alberghiere adeguate: io sono stata a un Best Western vicino la spiaggia, bungalow immerso nel verde dei giardini tropicali e a due passi dal centro dove trovate ristoranti, negozi e tutto ciò di cui avete bisogno.



Un paradiso terrestre: spiagge con sabbia bianchissima che al tatto sembra farina..acque cristalline, palme sulla spiaggia ..che dire....
un viaggio che lascia il segno !!!








Nessun commento:

Posta un commento