sabato 11 maggio 2013

Viaggio in Thailandia

La Thailandia è stato il mio primo viaggio in Oriente...beh, credetemi...un altro mondo....
A M O R E  a prima vista :-)
L'oriente ha un fascino particolare che ti avvolge: i Thailandesi sono un popolo sempre sorridente nonostante povero, sono generosi, cortesi. Ho trovato posti puliti, strutture alberghiere semplici ma funzionali e curatissime: la maggior parte di queste immerse nei verdi giardini pieni di fiori e piante colorate e profumate. Un paese dove sono riuscita a trovare una vera pace interiore, nonchè di benessere.... anche grazie ai loro massaggi :-)
La Thailandia infatti è rinomata per i massaggi (approfittatene perchè costano veramente poco: 5 euro a massaggio per 1 ora), potete approfittarne in spiaggia, o andare nelle loro SPA, insomma ovunque c'è l'occasione per rigenerarsi!
C'è poi purtroppo l'altra faccia della medaglia che è la prostituzione giovanile. Si vede sia nelle spiagge più rinomate, che nella grande città, ovunque...E dire che questo paese ha tanto da offrire che è un peccato che alla fine sia riconosciuto maggiormente per la prostituzione.

Strutture alberghiere


Bangkok: appena si arriva a Bangkok si viene assaliti da un caldo umido soffocante....preparatevi! Città affascinante, piena di luoghi sacri, colori, odori..anche se molto caotica e piena di smog, ma allo stesso tempo intrigante e particolare...insomma da visitare! Ho girato tutta Bangkok a soli 2 euro con i loro taxi denominati Tuc-Tuc (che sarebbero le nostre Api Piaggio per capirci). Ti portano ovunque tu voglia e anche dove vogliono loro (negozi convenzionati ma che mi hanno dato modo di vedere anche diverse zone della città). A Bangkok si mangia qualsiasi cosa, ma è tipico mangiare il pesce nei loro mercati dove non aspettatevi ristoranti 5*, ma tavoli e sedie di plastica davanti ai loro banchi dove puoi, sia acquistare il pesce, che mangiarlo cucinato al momento....questo è il bello di essere in Oriente!!!
Un giro a Patpong è d'obbligo. E' vero che era il quartiere a luci rosse, ma oggi è diventato anche un quartiere pieno di locali tranquilli, ristoranti adatto a chiunque. Un quartiere comunque da visitare.


Bangkok


Ko Samui: una delle più grandi isole a sud del Golfo della Thailandia. Immense spiagge di sabbia fine bianca che ricordano molto quelle caraibiche ma.....con scenari diversi. Si, perchè, a differenza di quelle caraibiche, queste spiagge sono circondate da folta vegetazione che si rispecchia sul mare donandogli un colore verde trasparente. Chaweng è sicuramente la zona più turistica quindi più affollata sia di giorno che di notte con i suoi molteplici locali. Basta allontanarsi un pò che si trovano altri scenari sicuramente più emozionanti e più tranquilli. E' un' isola piuttosto grande quindi si può girare in macchina, motorino o meglio ancora si può girare con i loro piccoli bus che portano ovunque, anche nelle varie spiagge, così da godersi il panorama lungo il tragitto.


Chaweng








Ko Samui


















Ko Phangan - un'isola piccolina a ca. 45 minuti di traghetto da Ko samui....è veramente il Paradiso Terrestre. E' vero che è famosa per i suoi Full Moon Party (mega party in spiaggia per giorni consecutivi) e viva per lo più nella zona del porto (dove trovate negozi, ristoranti), ma l'isola è anche altro: scenari affascinanti nascosti nella parte nord dell'isola dove appunto c'è poco o niente: è la parte più brulla, dove c'è una foresta con al max 1 o 2 strutture alberghiere. Panorami da non perdere.
Le spiagge più belle ed incontaminate sono proprio qui. Si passa dalla foresta alle spiagge senza neanche accorgersene e l'impatto ti lascia senza fiato. Oltretutto, siamo riusciti a trovare una famiglia italiana che ci ha invitato nella loro casa-ristorante immersa nella foresta dove organizzano cene "vista mare"...beh che dire...certi panorami ti lasciano senza parole!
E' proprio qui a Ko Phangan che ho potuto vedere i tramonti migliori.


Ko Phangan














Tramonto Ko Phangan
















Non ci rende conto quanto sia bello viaggiare, finchè non si torna a casa e si posa la testa sul vecchio, caro cuscino.....
                                                                                                (Lin Yutang)


Nessun commento:

Posta un commento