martedì 12 febbraio 2013

Sharm El Sheikh

Sharm El Sheikh è una "comoda" destinazione in quanto in ca. 4 ore di volo dall'Italia si è al mare anche d'inverno... le pioggie sono molto rare ed ha sempre una buona temperatura tutto l'anno. Io ci sono sempre andata fuori stagione: febbraio e ottobre ma sono sempre stata in spiaggia e fatto il bagno (l'acqua può non essere caldissima, ma va bene). Certo le giornate sono più corte..ma calcolando che fa giorno presto si inizia la giornata anche molto presto.
Sharm El Sheikh è ancora un viaggio che conviene acquistare in "pacchetto". Detto da me che non amo la vita da villaggio è tutto dire :-), ma col fatto che non è conveniente acquistare il solo volo e poi cercare da dormire, si fa meglio ad acquistare il pacchetto ma "vivere separati" come dico io :-)...Cosa vuol dire...? Ognuno ovviamente ha le sue esigenze, e per chi come me non è amante dei villaggi, della vita da villaggio con giochi, sport ed altro, può acquistare tranquillamente un pacchetto in villaggio ma vivere al di fuori (siete liberi di scegliere poi se rimanere per i pasti)...Oltre che stare sdraiati al sole (che quando ci vuole... ci vuole) c'è anche tanto altro da fare, da vedere...
Devo dire che oggi Sharm è molto cambiata ...ora è diventata talmente turistica che ci trovi centri commerciali (non solo bazar), l'Hard Rock Cafè (non solo bar dove si fuma narghilè) insomma sembra un pò la Rimini-Riccione egiziana . Ma per chi non l'ha mai vista ne vale veramente la pena...perchè continuano comunque ad esserci dei fondali strepitosi.  
Ma non soffermatevi alla parte più turistica di Naama Bay che tutti definiscono il centro (quella sopra descritta): andate a visitare la città di "Sharm vecchia", la vera cittadina che molti ignorano.
Fatevi catturare dai luoghi suggestivi che la circondano: le vie dei bazar, vecchi bar, le mille spezie colorate, le vecchie macellerie con la carne appesa che, si è vero, non la compreresti mai perchè ci trovi qualche insetto attaccato :-), ma fa parte della loro realtà, della loro cultura, del loro stile di vita comunque povero. In questa area puoi veramente assaporare il loro mondo perchè Naama Bay è soltanto artificiale, con negozi costruiti per soddisfare noi turisti e guadagnare un pò di soldi.
Partecipate alle escursioni...potete anche comprarle al di fuori del villaggio perchè poco più economiche, ma state sempre attenti se includono le assicurazioni qualora dovesse succedere qualcosa.
L'escursione più eclatante è Ras Mohammed, un parco naturale di terra e mare nel golfo di Aqaba. L'accesso a questo Parco è tramite la "porta di Allah" fatta di monoliti (come da foto sottostante). Il bello di questo Parco è il contrasto che si vede tra terra (arido deserto) e mare (acqua cristallina con splendide barriere coralline di 40 e 70 mt.) Anche chi non sa nuotare non può perdersi uno spettacolo simile....fidatevi...all'epoca non sapevo nuotare ma con l'aiuto e la vicinanza della guida, sono riuscita a fare snorkeling e vedere diverse specie di coralli (fate attenzione a non bruciarvi) e di pesci che mai mi sarei aspettata..Se poi riuscite a fare immersioni è il massimo.




All'interno del Parco potete anche godere della vista di un lago salato (perchè composto da vari metalli) e dai mille colori, chiuso da un terreno molto arido con ampie spaccature causate da un vecchio terremoto.





Per una giornata all'insegna del divertimento, fatevi invece un bel giro nel deserto con le moto a quattro ruote. Copritevi bene perchè durante la corsa in moto la sabbia cercherà di inserirsi ovunque :-) ..ma ne vale veramente la pena soprattutto durante il tramonto dove sia il cielo che il deserto assumono dei colori rossastri indescrivibili....anzi, se riuscite a passare anche la serata nel deserto (magari una cena), vi accorgerete quanto nel buio del deserto il cielo assuma una forma "infinita". UNO SPETTACOLO CHE NON DIMENTICHERO' MAI.
E dopo il tramonto nel deserto, non può mancare l'alba del Monte Sinai (copritevi perchè farà molto freddo in quanto è un' escursione che va fatta in piena notte e in altitudini elevate).  Preparatevi a scalare ca. 4.000 gradini per assistere allo spettacolare sorgere del sole dalla cima di questo Monte.
Prestate attenzione durante il vostro cammino sia ai "bisogni" dei cammelli che alle improvvise espulsioni di saliva dei beduini..anche questo fa parte della loro cultura anche se non pienamente condivisa dalla nostra occidentale :-).

Che dire... un 'esperienza talmente bella e suggestiva che mi ha spinto a riviverla una seconda volta ma in maniera ancora diversa...Alla prossima !!!!







Nessun commento:

Posta un commento